Non trascurare questi sintomi: potresti essere allergico al Nichel.

Condivisioni 313

Spesso capita di manifestare dei sintomi di cui non si conosce la causa. L’allergia al Nichel è uno di quei disturbi difficili da riconoscere perché presenta una sintomatologia varia e compare soprattutto dopo aver mangiato particolari cibi o indossato dei gioielli e accessori che ne contengono una percentuale.

È importante quindi conoscerne i sintomi per poter prevenire e rivolgersi ad un medico per un accurata diagnosi e dei test specifici, in particolare il ”Patch Test“ che rivelerà la presenza di un’effettiva allergia al Nichel o ad altre sostanze.

Sintomi dovuti all’Allergia al Nichel

  • Dermatiti e prurito: soprattutto a mani, gambe e volto
  • Afte: all’interno della bocca e sulle gengive
  • Gonfiore addominale
  • Nausea e mal di testa
  • Malessere generale

Inoltre sarebbe opportuno evitare i seguenti alimenti che contengono nichel:

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂
  • Cioccolato e cacao: è un alimento ad alto contenuto di nichel. Infatti per il cacao in polvere possiamo considerare come dose il 9,8 mg per grammo, mentre per il fondente il 2,6 mg e per il cioccolato a latte l’1,2 mg per grammo.
  • Anacardi: Sono tra la frutta secca col più alto contenuto di nichel. Infatti ne contengono 5,1 mg per grammo.
  • Pomodori e ortaggi: pomodori, asparagi, broccoli, finocchi, carote, cavolfiori sono tutti alimenti che contengono una buona percentuale di Nichel. Fare attenzione ad assumerli può prevenire i sintomi. Evitare anche melanzane, cetrioli, zucca, zucchine e peperoni che ne contengono dosi minori ma comunque possono provocare l’allergia.
  • Spinaci: la dose contenuta è di 0,30 mg per grammo.
  • Legumi e frutta secca: lenticchie, fagioli, ceci, soia, mandorle, nocciole, noci, tutti alimenti a cui fare attenzione. In particolare i fagioli rossi contengono 0,45 mg di nichel per grammo.
  • Frutta essiccata: fichi, uvetta, prugne, albicocche. Preferire la frutta fresca.
  • Alcune Bevande: caffè, thè, birra. Inoltre sono da evitare le bevande il lattina a causa del materiale in cui sono contenute.
  • Cibi in scatola: il materiale delle confezioni potrebbe influire e provocare l’allergia a causa della quantità di nichel che contengono. Evitare dunque i cibi confezionati come tonno, pelati, legumi e carne.
  • Cereali: anche questi alimenti che contengono nichel. Avena, miglio, mais, grano saraceno ma anche alcune farine.
  • Frutti di mare e pesce: ridurre il consumo di questi alimenti può evitare il manifestarsi dei sintomi. Ostriche, salmone, gamberi, cozze, aringhe, sgombri sono tra gli alimenti che contengono nichel.

Questo articolo non sostituisce comunque il parere del medico che è bene consultare ove si ritiene opportuno.

Fonte: Sani e Attivi

Disclaimer: Questo articolo non e' destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Condivisioni 313