Ecco come curare Raffreddore e Rinite Cronica con questi semplici rimedi naturali (e omeopatici).

Condivisioni 116

Contro la rinite esistono cure naturali in grado di curarla e dare sollievo dai tipici sintomi. La rinite è un termine generico per classificare un processo infiammatorio che interessa il tessuto di rivestimento (la mucosa) delle cavità nasali che si presenta con due sintomi caratterizzanti che consistono in gocciolamento nasale e congestione nasale.

Tipi di riniti

Le riniti possono essere acute, croniche o allergiche.

  • La rinite acuta compare come forma più frequente di rinite tra le persone, è di origine virale ed è consuetamente accompagnata dal raffreddore.
  • La rinite cronica è il più delle volte dipendente da altre condizioni patologiche nasali come le adenoidi ipertrofiche, la deviazione del setto nasale e le sinusiti recidivanti.
  • La rinite allergica è un processo infiammatorio attivato e sostenuto dalla reazione antigene-anticorpo. La rinite allergica si manifesta con la perdita dell’olfatto , la reiterazione di starnuti, la congiuntiva arrossata, il gocciolamento del naso, la congestione nasale e la lacrimazione. Questi sintomi possono manifestare una periodicità stagionale, acuita nel periodo primaverile/estivo e nei mesi autunnali, oppure può manifestarsi durante tutto l’anno, legandosi ad allergeni alimentari oppure all’ambiente di vita e di lavoro.

Le possibili cause della rinite:

La rinite è causata da un’infiammazione e un’irritazione delle mucose nei passaggi nasali. Una delle cause più frequenti di rinite è il comune raffreddore. Il freddo fa sì che si produca più muco e che, di conseguenza, si gonfino le fosse nasali. Altre cause di rinite interessano le allergie e le cattive condizioni ambientali.

Cure naturali per la rinite

Ci sono alcuni rimedi naturali che possono porre fine alla rinite. Le cure naturali sono spesso l’ideale poiché non danno assuefazione e in genere non hanno effetti collaterali, una volta associati con i farmaci convenzionali.

I rimedi naturali per la rinite sono utili per il trattamento di bambini e adulti.

Ecco qui alcuni esempi di rimedi naturali:

  1. Un lavaggio nasale o di irrigazione può essere particolarmente utile per ridurre la quantità di muco nei passaggi nasali. Esso consiste nell’utilizzare soluzione salina per irrigare il naso. Esistono due metodi per praticare un lavaggio nasale: 1) Appoggiarsi sul lavandino, con la testa all’ingiù. Versare la soluzione salina nella nostra mano posizionata a coppa e inalare la soluzione, una narice per volta. Scaricare la soluzione in eccesso nel lavandino e soffiare delicatamente il naso. 2) L’altro metodo utilizza una siringa o un dispositivo di irrigazione nasale per inserire la salina nel naso.
  2. L’agopuntura ha avuto effetti positivi sui sintomi della rinite allergica. L’importante è trovare un agopuntore qualificato in grado di trattare la congestione e l’eccesso di muco associati alla rinite.
  3. Bere molta acqua ogni giorno. L’acqua aiuta il corpo a stanare i germi e in batteri agendo come un detergente naturale del corpo. L’acqua mantiene anche il muco più liquido e meno denso così da farlo espellere più facilmente.
  4. Ridurre il consumo di alimenti che producono muco come i prodotti caseari.
  5. Mangiare molta frutta fresca e verdura ad alto contenuto di sostanze nutritive e vitamine.

Rimedi erboristici per curare la rinite naturalmente

Ci sono una serie di cure a base di erbe che sono efficaci nel trattamento della rinite. Assimilate come un tè, una tintura o in forma di capsula, queste erbe aiutare a curare e prevenire rinite. Questi rimedi erboristici dovrebbero essere facili da trovare presso il vostro erborista di fiducia.

  • Butterbar. Possiede proprietà antistaminiche, è utile per il trattamento delle allergie stagionali e arresta la produzione in eccesso di muco.
  • Estratto di semi d’uva. E’ anche conosciuto come un naturale anti-istaminico, ossia inibisce il rilascio di istamina nel corpo. Per chi soffre di allergie, l’estratto di semi d’uva offre sollievo da varie reazioni allergiche, compresa la rinite causata da sostanze irritanti.
  • Reishi. E’ un’antica erba cinese che migliora il sistema immunitario e favorisce una buona salute a livello generale. Essa contiene acidi ganoderici che inibiscono il rilascio di istamina, quindi utile nel trattamento della rinite causata da allergie. Può essere assunta quotidianamente senza effetti collaterali nocivi.
  • Argento colloidale. E’ un antibiotico naturale che è efficace contro i batteri, i virus e i funghi. A differenza degli antibiotici, l’organismo sviluppa alcuna tolleranza verso di essa.

Spesso succede che si sottovaluti il problema della rinite scambiandolo per un banale raffreddore, dimenticandosi che il disagio della rinite può interferire con le attività quotidiane.

Ovviamente non si deve ingrandire il problema ricorrendo subito a forti medicinali, bensì dobbiamo ricordare che per fortuna ci vengono in aiuto alcuni piccoli accorgimenti e rimedi erboristici che possono ovviare e medicare delicatamente il problema.

Principali rimedi omeopatici

Aconitum napellus 5 CH: 3 granuli da ogni 3 ore a 3 volte al dì. Raffreddore acuto, secco che scoppia all’improvviso dopo breve tempo dall’esposizione a vento freddo e secco, a causa ad es. di una copertura inadeguata con abiti leggeri. Bruciore, molti starnuti, cefalea, sensazione di pressione alla radice del naso. Assunzione ai primi sintomi.

Allium cepa 5CH: 3 granuli anche ogni ora. Secrezione acquosa ed escoriante che cola dalla punta del naso, lacrimazione non escoriante. Pizzicori al naso e starnuti violenti più numerosi la sera. Miglioramento all’aria fresca. Nei casi cronici 9CH 3 granuli ogni 3 ore. Anche per rinite allergica.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Ammonium carbonicum 4CH: 3 granuli 2 – volte al dì. Catarro irritante, tenace e difficile da espettorare, misto a venature di sangue nel caso di trasformazione in tracheo-bronchite acuta. Rinofaringite con muco poco abbondante e difficile da eliminare.

Antimonium tartaricum 5CH: 3 granuli 3 volte al dì. Catarro intenso con tosse (a volte maggiore alle 4 del mattino) ed asma, difficoltà ad espettorare. Volto pallido. Anche per rinite allergica.

Apis 7CH: 3 granuli 3-6 volte al dì. Rinite e rinite allergica con gonfiore agli occhi alleviato da impacchi freddi.

Aralia racemosa 5CH: 3 granuli ogni 3 ore. Rinite allergica con abbondanti starnuti e senza lacrimazione.

Arsenicum album 4 CH: 3 granuli da ogni 3 ore a 3 volte al dì. Starnuti, secrezione escoriante, bruciore al naso e agli occhi. Miglioramento con il calore. Anche per rinite allergica.

Baryta carbonica 4CH: 3 granuli ogni 3 ore. Muco che sosta nelle vie aeree perché il soggetto non ha la forza per espettorare, con conseguenti broncopolmonite e asma. Rinofaringite con rantoli mucosi. Nei casi cronici 15CH 3 granuli una volta al dì.

Belladonna 4 CH: 3 granuli 3 volte al dì. Dopo aver preso freddo, specie al cuoio capelluto. Secchezza delle mucose, gola e tonsille molto rosse, naso ostruito la notte e secrezione fluida di giorno. Manifestazioni improvvise e violente. Anche per rinite allergica.

Bryonia 5CH: 3 granuli 3 volte al dì. Secchezza delle mucose nasali e dolore alla fronte.

Camphora 4CH: 3 granuli da ogni ora a ogni 3 ore. Starnuti, muco laringeo difficile da rimuovere, naso freddo e chiuso con testa dolente a livello dei seni paranasali frontali. L’aria inspirata dal naso sembra ghiacciata. Calore interno e freddezza esterna, brividi. Miglioramento sudando. Raffreddore dovuto ad un improvviso cambiamento del tempo. Anche per rinite allergica.

Dulcamara 7CH: 3 granuli ogni 3 ore. Dopo esposizione a tempo freddo e umido. Ostruzione nasale eventualmente seguita dalla secrezione. Anche per rinite allergica.

Eucalyptus 5CH: 5 granuli 2 volte al dì. Astenia, sintomi dell’influenza (cefalea, febbre, faringite) e congestione delle mucose nasali.

Eupatorium perfoliatum 7CH: 3 granuli 2 volte al dì. Congestione della mucosa nasale, starnuti, tosse, dolori alle ossa, febbre e cefalea, come i sintomi dell’influenza. La sudorazione calma tutti i dolori. Freddolosità. Periodicità E’ simile ed analogo a Bryonia con la differenza che in E. la sudorazione è scarsa durante la febbre ed i dolori causano irrequietezza.

Euphorbium 4CH: 3 granuli da ogni ora a 3 volte al dì. Secrezione acquosa e abbondante, con o senza febbre. Assunzione ai primi sintomi.

Euphrasia 5CH: 3 granuli 3-6 volte al dì. Occhi irritati e con lacrimazione profusa, che bruciano e sono sensibili alla luce. Cefalea da congestione nasale, con abbondanti secrezioni nasali e oculari. Tosse che si aggrava durante il giorno.

Ferrum phosphoricum D6: 5 granuli ogni 3 ore. Congestione delle vie aeree superiori, febbre moderata (max 38,5 °C). Anche per rinite recidivante.

Galphimia glauca 5CH: 3 granuli ogni 3 ore. Rinite allergica. Come cura e come prevenzione.

Hydrastis 7CH: 3 granuli 3 – 4 volte al dì. Secrezione densa, tenace, giallastra, vischiosa, difficile da espellere che occlude il naso. Miglioramento con il freddo, all’aria aperta, al vento secco ed aggravamento con il calore.

Kalium bichromicum 6CH: 3 granuli ogni 3 ore. Secrezioni mucose dense, tenaci e filanti. Predisposizione all’ulcerazione, al sanguinamento e miglioramento con il calore. Anche per rinite allergica.

Luffa operculata 5CH: 3 granuli ogni 3 ore. Rinite allergica con secchezza delle mucose.

Natrum sulphuricum 7CH: 3 granuli 3 – 4 volte al dì. Rinite recidivante in soggetti idrogenoidi (sensibili all’umidità). Peggioramento in prossimità di mare, laghi, ecc. Anche per rinite allergica.

Nux vomica 9CH: 3 granuli 2 volte al dì. Naso chiuso di notte e secrezione al mattino con frequenti starnuti, come risposta alla presenza di odori intensi ed ai cambiamenti di temperatura (spifferi di aria fredda) in soggetti “stressati”. Secrezione nasale escoriante.

Pulsatilla 7CH: 4 granuli 3 volte al dì. Secrezione giallo-verde, vischiosa, aderente, tenace, difficile da espellere, ma non irritante. Tosse produttiva nel caso in cui lo stato di raffreddamento interessa anche trachea e bronchi. Rinofaringite. Con o senza febbre. Il soggetto, nonostante sia un freddoloso, paradossalmente teme il calore e ricerca il fresco, si aggrava in una camera troppo calda e migliora all’aria fresca: infatti tipicamente il naso si libera all’aria fresca e si ottura entrando in un luogo chiuso.

Sabadilla 5CH: 3 granuli ogni 3 ore. Starnuti frequenti, rinorrea, lacrimazione, bruciore in gola. Ostruzione alla narice sx e poi anche alla dx, con prurito alle ali del naso. Miglioramento con il caldo. Secrezione non escoriante. Sintomi periodici e parossistici. Rimedio utile nei casi in cui la rinite persiste e non si calma con i rimedi ordinari. Anche per rinite allergica.

Scilla 5CH: 3 granuli ogni 3 ore. Starnuti violenti e costanti. Secrezione mattutina acre e corrosiva che irrita e duole le narici. Prurito a naso e occhi.

Sambucus nigra 4CH: 3 granuli ogni 3 ore. Raffreddore secco con ostruzione nasale, sia acuto che cronico o recidivante. Raucedine e mucosità tenace alla trachea. Senso di oppressione al petto con dispnea. Anche per rinite allergica.

Sulphur 7CH: 3 granuli 1 – 2 volte al dì. Rinite che stenta a guarire o che ritorna continuamente nonostante la cura. Anche per rinite allergica. E’ un rimedio rifinitore.

Fonte: In Erboristeria

Disclaimer: Questo articolo non e' destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Condivisioni 116
Close