Il potere delle parole: come influenzano la nostra realtà e perché vanno usate con attenzione.

Condivisioni 194

In passato l’importanza delle parole mi era passata inosservata perché, come la maggior parte delle persone, le davo per scontate usandole a casaccio, nonostante si tratti di un argomento ampiamente trattato, basti pensare alla famosa PNL, Programmazione Neuro Linguistica. Finché un giorno, mentre facevo una seduta di EFT e sperimentavo altre tecniche, la consulente mi suggerì di prestare attenzione alle parole perché hanno il potere di modificare la realtà. Il consigliò mi risuonò e decisi di approfondire.
Una delle prime curiosità fu scoprire che la formula magica “Abracadabra”, sì proprio quella usata nei film Disney, ha un’origine ben più remota e affascinante. Si ritiene che derivi dall’aramaico Avrah KaDabra’, il cui significato è “Io creerò come parlo” o dall’ebraico ha-bĕrakāh dabĕrāh ossia “pronunciare la benedizione”. La prima testimonianza la si trova, a quanto pare, nel Liber Medicinalis del medico Quintus Serenus Sammonicus, che formulò un amuleto contenente la formula magica scritta a forma di triangolo capovolto. Se Wikipedia riporta queste informazioni, il dizionario Treccani afferma: “Parola magica, inintelligibile per sé stessa, quantunque ne sia stata proposta un’etimologia (ebr. ha-berakah daberah «pronunciare la benedizione»), di uso frequente nella magia mistica etc.): più corretta etimologia ebraica sembra essere “abara kedabra” che semplicemente vuol dire ‘Creerò come parlo’. In questo modo si capisce perché la parola era usata in senso magico.” Curioso vero? Dopo averlo scoperto mi sono chiesta, vuoi vedere che le parole hanno davvero potere? E che le formule magiche celate nelle fiabe e nei grandi classici sono più che semplici invenzioni di autori creativi?

Loading...

I mantra

potere-parole-mantra

Per approfondire l’argomento bisogna partire dal presupposto che le cose e le parole possano essere caricate dal punto di vista energetico. Abracadabra è stata molto utilizzata per aprire porte “chiuse” e si è pertanto caricata di un’energia collettiva atta ad attirare circostanze favorevoli. Perlomerno così sembra. La teoria è la stessa dei mantra, parole e suoni che, ripetuti un tot di volte, agiscono su di noi in modi diversi, per esempio aiutandoci a riequilibrare il corpo emozionale, ad aprire alcuni Chakra, a riconnetterci con la nostra vera essenza e via dicendo.

Ne sono un esempio “io sono”, il celebre “Om”, o frasi come “OH NAMAHA SHIVAYA”, il cui scopo è affidarsi alla divinità affinché agisca attraverso di noi. Ovviamente non basta pronunciarle in modo automatico sebbene la ripetitività sia importante, ma è fondamentale sentire profondamente ciò che si dice e il modo migliore per farlo è acquietando la mente e concentrando l’attenzione sulle parole. I mantra non sono invenzioni della New Age ma, com’è risaputo, vengono da sempre usati in ambito spirituale poiché si ritiene che agiscano a livello vibrazionale e se sono caricati positivamente, esercitano lo stesso effetto su di noi. In teoria l’essere si sintonizza sulla vibrazione del mantra beneficiandone a 360 gradi, meglio ancora se mentre lo si pronuncia, si prova a visualizzarlo scritto o sotto forma di immagini. In fondo “Abracadabra” funziona allo stesso modo e se così fosse, ecco spiegato il perché dell’utilizzo delle formule magiche. Niente succede a caso!

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

L’importanza delle parole nella PNL

potere-parole

Loading...

Lo ammetto, non sono una fan accanita della PNL e tecniche affini, perché sono profondamente convinta che questi strumenti, per quanto efficaci, non possano prescindere da un presupposto indispensabile: essere se stessi. Vale a dire che se utilizzo la PNL per raggiungere obiettivi che non risuonano con il mio sé profondo, pur conseguendoli, continuerei a sentirmi insoddisfatta. E allora affaticarmi tanto a riprogrammarmi sarebbe del tutto inutile. Detto questo, la tecnica in se stessa è interessante. Ma vediamo cosa significa PNL. La parola Neuro si riferisce ai processi neurologici alla base dei comportamenti umani, la parola Linguistica fa riferimento al fatto che questi processi vengono tradotti da un codice linguistico e che parlare di qualcosa, oltre a rivelare le nostre percezioni, ha il potere di cambiare e creare la realtà attraverso le cosiddette forme pensiero dotate di sostanza energetica che è viva. La parola Programmazione si riferisce alla possibilità di ordinare questi processi per conseguire determinati obiettivi.

Nata negli anni ’70 dalle ricerche del matematico Richard Bandler e del linguista John Grinder, la PNL si occupa quindi di capire come le parole che pronunciamo, ma anche il tono e i gesti che adottiamo, influenzano il cervello. Partendo da questo presupposto, interviene per modificare eventuali “cattive abitudini” limitanti che ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi. In tale ottica non è ciò che accade intorno a noi a condizionare le nostre emozioni, pensieri e via dicendo ma esattamente il contrario. Siamo noi a influenzare la realtà circostante. Quindi prendendo consapevolezza di questo processo, possiamo imparare a gestirlo anziché esserne vittime.

Ecco perché, in teoria, è tanto importante scegliere le parole giuste, incoraggianti, potenzianti, evitando per esempio le negazioni come “non voglio più stare con il mio compagno”, o le frasi definitive come “non imparerò mai le lingue”. Le frasi che pronunciamo o che pensiamo dovrebbero essere formulate in un’ottica positiva/costruttiva, accompagnate nel mentre da visualizzazioni mentali corrispondenti. Sarà vero? Forse sì, forse no, sta di fatto che tentar non nuoce! Personalmente credo che se l’essere umano ha dato tanta importanza alle formule magiche e ai famosi mantra un motivo c’è di sicuro, e il pensiero conseguente è che le parole esercitino un potere molto più sostanzioso di quanto siamo abituati a credere.
Tuttavia credo che ognuno di noi debba sperimentare le strade che ritiene più opportune e che la scelta vada fatta in modo intuitivo, perché ciò che per me potrebbe essere un metodo validissimo, potrebbe non esserlo per qualcun altro. Per fortuna siamo diversi… che bello!

Laura De Rosa
yinyangtherapy.it

Loading...

Fonte: Eticamente

Disclaimer: Questo articolo non e' destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...
Condivisioni 194