Cordyceps: il fungo alleato contro impotenza, infertilità, asma, bronchite e mal di schiena.

Condivisioni 45

Rientro a lavoro dopo le vacanze, quando stress e spossatezza bussano alla porta

Stanco per il rientro al lavoro dopo le ferie? Indebolito dall’arrivo della stagione fredda?
Per chi è riuscito a godersi un po’ di vacanze estive, il rientro a casa e la ripartenza delle normali attività quotidiane può essere traumatico. Ripartono le scuole per i più giovani, ricominciano le attività sportive e soprattutto il lavoro. Il lavoro non aspetta, ma ci chiede il massimo rendimento fin da subito. Quando cominciano così gli impegni quotidiani, bisogna farsi trovare pronti. Sì perché l’incapacità di affrontare le situazioni provoca stress, insoddisfazione. E quando lo stress si accumula si possono generare scompensi, disequilibri. Si altera il nostro ciclo veglia/sonno, diventiamo più irrequieti ed irascibili, con tutto ciò che ne consegue a livello di rapporti umani. Lo stress di cui fa esperienza chi rientra al lavoro senza la specifica preparazione psico-attitudinale è un serio pericolo. Può portare a incomprensioni e crisi nella relazione di coppia, ma anche a una debolezza a livello fisico. E quando si è deboli si è più predisposti a venire aggrediti dai germi, dalle malattie.

I rischi legati all’acutizzarsi dello stress

Quando perdiamo di vista l’equilibrio, come condizione psico-fisica a cui dovremmo naturalmente tendere, le conseguenze a volte possono essere imprevedibili. L’equilibrio è infatti alla base di una sana alimentazione, bilanciata e corretta nell’apportare proteine, fibre, minerali, vitamine e micro-nutrienti. Da ciò ne consegue la possibilità di contare su una pronta risposta del metabolismo di fronte a situazioni di stress e cambiamento. La possibilità di trovare una risposta ai problemi della vita quotidiana sulla base delle proprie forze, senza cercare cioè di modificare il mondo esterno. Questa in estrema sintesi è la verità espressa nel concetto di Resilienza, che significa la possibilità di un organismo di modificare dinamicamente la propria struttura in risposta a pericoli e pressioni esterne. Cosa ben diversa dalla seppur nobile Resistenza. Chi resiste sì combatte, si oppone. Ma a lungo andare si logora, e quindi è facile che vada incontro ad una debolezza, ad un disordine interiore.

Ritrovare l’equilibrio a partire dall’alimentazione

Come abbiamo anticipato poche righe fa, non esiste equilibrio a livello dell’organismo umano che non contempli l’alimentazione. La questione della nutrizione è essenziale per l’uomo, perché “l’uomo è ciò che mangia”, come diceva il filosofo Ludwig Feuerbach. E non si tratta di puro pensiero materialista e cinico, ma anzi dell’essenziale compreso nella materia. Tutto ciò che ingurgitiamo tramite il cavo orale, compresa l’aria che respiriamo, influenza il nostro organismo nel corpo e nella mente. In questo senso la nostra dieta deve essere il più equilibrata possibile, cercando di prediligere quegli alimenti freschi, biologici e non ‘sofisticati’, che sono fonti molto ricche di nutrienti.
Mangiare bene, approvvigionandosi con ingredienti di ottima qualità, non è però sempre facile. A pranzo il lavoro ci porta spesso fuori casa, a mangiare velocemente quello che capita. Per non parlare della preparazione dei cibi. Chi torna a casa tardi è praticamente impossibilitato a preparare cibi che richiedano lunghi tempi di cottura (es.: zuppe) o laboriosi processi di pulitura (es.: verdure, pesce).
Non dobbiamo però spaventarci di fronte ai problemi che la vita moderna ci presenta. Esiste sicuramente la possibilità di trovare un compromesso a tavola tra ciò che ci dice la gola, i precetti legati alla nostra salute, e la mancanza cronica di tempo che ci attanaglia.
Esistono soluzioni a portata di mano. Una di queste è rappresentata dagli integratori naturali, cioè quei prodotti realizzati da processi di trasformazione naturale dei frutti della terra. Erbe, fiori, radici, funghi sono ottimi alleati della nostra salute e al giorno d’oggi la ricerca in ambito fito-terapeutico a raggiunto alti livelli di qualità e sicurezza.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Quando la natura ci viene in aiuto: scopriamo il Cordyceps

Quanti di voi conoscono il Cordyceps Sinensis? Niente paura, siamo qui proprio per spiegarvi di cosa si tratta. Il Cordyceps è un fungo in uso da millenni nella medicina tradizionale cinese, il cui utilizzo solo in tempi recenti è arrivato anche in Europa.
In Cina il Cordyceps è un prodotto di uso comune, fa parte insieme al Ginseng – per fare un esempio, di quel gruppo di sostanze tonificanti di auto-somministrazione che aiutano nei piccoli e grandi problemi della vita quotidiana.
L’assunzione di Cordyceps è collegata proprio agli stati di stress e fatica, in cui l’organismo ha bisogno di recuperare energie e nutrienti. I principi attivi del fungo agiscono infatti direttamente sul sistema cardiovascolare, migliorando il flusso sanguigno e efficientando l’utilizzo di ossigeno. In questo modo per il corpo è più facile ritrovare l’equilibrio interno.

Ricco di proteine, amminoacidi essenziali, vitamine, minerali, sostanze antiossidanti nonché diversi alcaloidi ed enzimi biologici, il Cordyceps lavora per rinvigorire l’organismo, ripristinando anzitutto il corretto funzionamento degli organi interni, in particolar modo reni, polmoni e apparato cardio-circolatorio.

Non si tratta però proprio di un fungo che cresce abbondante nel boschetto dietro casa. Il Cordyceps è un fungo raro e difficile da trovare, per non parlare nel processo di raccolta. L’ambiente naturale dove nasce è quello delle montagne della Cina nord-occidentale, fra i 3.000 ed i 5.000 metri di altitudine, dove il termometro segna in media 0,2-0,8 °C, l’umidità è del 50-70% e la neve presente per periodi variabili compresi fra 140 e 286 giorni l’anno. Inoltre questa specie in Cina è considerata in via d’estinzione e l’importazione è vietata nella zona UE. Per questa ragione da alcuni anni in Europa si sono sviluppati alcuni laboratori ultra-specializzati che coltivano il Cordyceps in maniera biologica e certificata.

Benefici del Cordyceps nella prevenzione di alcune patologie

  • Apparato muscolo-scheletrico. Agisce nella prevenzione del mal di schiena e la sua assunzione riesce a ridurre il tempo di recupero dalla stanchezza.
  • Sistema respiratorio. Migliorando la funzione respiratoria, il Cordyceps è un valido alleato nel trattamento della bronchite cronica e dell’asma. Ha un ruolo protettivo nei confronti dei polmoni e può inoltre aiutare a sciogliere ed eliminare i catarri.
  • Sistema cardiovascolare e apparato sessuale. Aiuta il flusso sanguigno e migliora l’azione cicatrizzante delle piastrine. Agisce nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue. Dà equilibrio al cuore contro aritmie e insufficienze cardiache. È inoltre un valido alleato contro l’impotenza e l’infertilità.

Il Cordyceps e altri prodotti di micoterapia li trovi qui.

Fonte: Ganoderma Lucidum

Disclaimer: Questo articolo non e' destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Condivisioni 45
Close